SALUTE

Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.

Siti Partner

Sigarette vietate ai minori?

Vietare la vendita di sigarette ai minori di anni 18. E’ una proposta del Ministero della Salute.
Potrebbe essere utile?

Si tratta senza dubbio di una proposta da condividere, ma per renderla efficace ed evitare che il divieto venga aggirato va inserita in un quadro più ampio di provvedimenti. Oltre all’innalzamento del limite di età, sono state proposte anche altre norme come, ad esempio, l’estensione del divieto di fumo ai cortili delle scuole di ogni ordine e grado, l’organizzazione di campagne di sensibilizzazione e l’inserimento nei pacchetti di sigarette di un foglietto illustrativo come quello previsto per i farmaci, al fine di informare i consumatori sui rischi per la salute e sulle sostanze con cui si viene a contatto fumando.
Sradicare l’abitudine al fumo non è facile, ma bisogna provarci. Con la Legge Sirchia non sarà diminuito in assoluto il numero di fumatori ma sono stati fatti passi avanti nella tutela dei non fumatori dal fumo passivo e si è esteso il divieto di fumo ai luoghi pubblici in cui prima si poteva fumare.


Dal punto di vista educativo, innalzando il divieto a 18 anni, lo Stato lancia ai giovani un messaggio molto chiaro: al compimento della maggiore età, ti do il diritto di voto, la patente di guida ma anche la possibilità di farti del male. Tuttavia, una legge da sola non basta. Bisognerebbe anche “arruolare” gli adolescenti in una campagna per dire no all’inquinamento del proprio corpo e del proprio cervello attraverso sigarette, alcol e droghe. Occorre educazione, ad iniziare da famiglie e istituzioni.
Il divieto di vendere sigarette ai minori può essere aggirato ma, dal punto di vista comunicativo, è importante. Anzi, credo che l’innalzamento dovrebbe arrivare almeno sino ai 25 anni compiuti. Solo così si può pensare di sconfiggere il fumo. Ma soltanto come alternativa all’obiettivo primario: la totale abolizione della vendita di tabacco e derivati, sigarette e sigari.
Saprà lo Stato rinunciare ai 20 miliardi di euro l’anno di proventi del fumo? Ho i miei dubbi …