Lo stress della casalinga: lo spiega lo psicoterapeuta

Lo stress stesso è un argomento al quale potremmo dedicare centinaia di pagine. Tuttavia, vi sono settori della popolazione che sono particolarmente sensibili ai suoi effetti di stress. In questo caso, faremo riferimento allo stress della casalinga.

Possiamo pensare che la casalinga, come occupazione comune e come lavoro in casa, sia un’occupazione che non comporta pressioni. Tuttavia, nulla potrebbe essere più lontano dalla verità, dal momento che i compiti affrontati dalle persone che li svolgono sono molti e molto responsabili. Fonte: studiontc.it

Se consideriamo come cause di stress il lavoro intensivo, l’eccesso di responsabilità, l’assenza di momenti di svago, ecc. con buona logica collocheremo la casalinga in un luogo eccezionale delle professioni potenzialmente stressanti. La casalinga è esposta a molti fattori di stress.
La massaia: una superdonna con superpoteri

Possiamo considerare la casalinga come una donna la cui attività primaria quotidiana è la cura della famiglia e la cura della casa. Per questo motivo, ci sono davvero alcuni obblighi in esso che richiedono uno sforzo fisico e psichico.

Casalinga esausta

Per quanto riguarda lo sforzo fisico, può non essere molto intenso. Tuttavia, è continuo, con poche interruzioni, che porta ad una grande usura. Il tuo esercizio fisico come obbligo (lavoro) non ha un programma che lo limiti. Dal momento in cui si sveglia fino al momento in cui va a letto, ha il dovere di essere attiva nel soddisfare le esigenze della sua famiglia. Dalla cura della persona al cibo, quasi tutti i compiti dipendono dalla casalinga. Questo, senza entrare in quelle famiglie in cui c’è una persona in una situazione di dipendenza: la responsabilità della loro cura spetta di solito alla casalinga.

Allo stesso tempo, la casalinga deve mantenere l’ordine e la pulizia nella sua casa. Questa attività non finisce mai, perché bisogna farlo ogni giorno. Inoltre, c’è un fattore aggravante: il sentimento di lavoro inutile dovuto alla natura effimera dei risultati. Ordinare per fare un pasticcio più tardi e ordinare di nuovo domani.
La casalinga compie uno sforzo fisico di grande continuità

Abbiamo già detto che lo sforzo fisico della casalinga tende ad essere più una funzione di continuità che di intensità. Tuttavia, alcune persone possono assumere (e non senza ragione) che il loro sforzo è anche intenso: mobili in movimento, il trasporto di borse caricate, portando un bambino in braccio ….

È vero che la casalinga ha molto tempo per riposare. Ha anche la notte per dormire. Ma può davvero riposare o sa farlo? La casalinga deve essere attenta a qualsiasi imprevisto di giorno o di notte, soprattutto se ci sono bambini che piangono, si ammalano o chiedono di piangere.

Ogni sforzo fisico porta alla fatica del corpo. L’affaticamento del corpo porta alla fatica muscolare e una diminuzione dell’attività da esaurimento. Lo stress per la casalinga è aumentato da questi fattori fisici.
Lo stress della casalinga è anche il risultato dello sforzo psichico.

Si può pensare che le attività della casalinga non comportino molto lavoro per la mente. Tuttavia, nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Dovete pensare a un menu, calcolare le spese, risolvere i problemi dei vostri figli, ecc. Le sfide da affrontare sono molteplici e molteplici.

Ci sono molte professioni che hanno questo lavoro mentale riconosciuto: parliamo di ingegneri, avvocati, progettisti o controllori del traffico aereo. Tuttavia, se guardiamo a queste professioni e alla professione di casalinga in modo molecolare, possiamo vedere che entrambi i compiti sono importanti, come la pianificazione, la gestione delle risorse e l’intelligenza comunicativa.

D’altra parte, lo sforzo psichico porta alla fatica mentale. La loro capacità di concentrazione diminuisce, appare l’instabilità emotiva, l’illusione viene erosa… Così, lo stress della casalinga si consolida attraverso lo sforzo psichico a cui è esposta.

Casalinga stressata
La casalinga ha anche una vita propria

Una casalinga è prima di tutto una persona. Ha i suoi conflitti, le sue emozioni e altri ornamenti psicologici dell’essenza umana. Cosa succederebbe se aggiungessimo altri tipi di stress (“al di fuori della sua condizione”) alla base dello stress insita nell’essere una casalinga?

Pensiamo che oggi molte casalinghe, oltre a portare tutto il peso della “casa”, lavorano anche fuori casa. In altre parole, stiamo parlando di persone che sono in grado di svolgere due lavori a tempo pieno, con poco o nessun aiuto e, in molti casi, con meno comprensione.

Stiamo parlando di un lavoro sordo, spesso svolto da donne, che ha ricevuto solo una parte infinitesimale del riconoscimento che merita. È proprio questa sensazione di essere ignorati che spesso funge da catalizzatore per questo stress, innescando la sensazione di solitudine e di isolamento all’interno delle mura domestiche.

admin Autore