RANDOM WALKS

Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.

Giochi e scommesse: emergenza sociale

Gratta e vinci, poker, bingo, casinò on line che consentono di giocare e scommettere a ogni ora del giorno e della notte, senza neanche dover uscire di casa. E poi, Superenalotto, 10 e lotto e Win for life con estrazioni ogni  cinque minuti. Giochi e scommesse che alimentano il sogno di vincere rendite mensili e somme astronomiche in grado di liberare singoli e famiglie da situazioni esistenziali ritenute insopportabili. Un’illusione che costa poco, almeno in apparenza.

La puntata minima, infatti, è in genere di 1 euro. Ma un euro dopo l’altro, inseguendo il miraggio della vincita, quasi senza rendersene conto, molti soldi, dalle proprie tasche, finiscono nelle casse delle società che gestiscono questi giochi e in quelle dello Stato. Una schiavitù, una malattia, una nuova droga che può condurre alla rovina.

 

In Italia, nel 2011 sono stati giocati ottanta miliardi di euro, con un aumento del 30% rispetto all’anno precedente. Il dato più allarmante è il milione e ottocentomila giocatori considerati a rischio, dei quali ottocentomila ritenuti giocatori patologici e compulsivi.

E’ chiaro che bisogna arginare la piaga del gioco d’azzardo, come fuga disperata da una realtà ritenuta ingrata ma che si rivela come dipendenza che deforma l’umano dell’uomo e sconquassa le famiglie. Sono queste le nuove malattie. E finalmente qualcosa si muove in Parlamento, dove cresce la sensibilità per il problema e tutti i partiti, con la sola eccezione dei radicali, sono d’accordo a vietare la pubblicità ai giochi e alle scommesse. Servirà a qualcosa?