MUSICA, CINEMA & TV

Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.

Il coraggio delle red girls

Destinate a sonni millenari. Costrette a svolgere i più umili lavori per poter vivere ed ottenere del cibo in cambio. Costrette a scappare dalla propria casa perché la propria bellezza offusca l’avvenenza di una non più giovane ma ossessionata dall’essere lei e solo lei la più bella. Non poter avere la vita desiderata. Celare la propria femminilità perché solo l’uomo può combattere.
Ma tutto questo potrebbe esser reso vano se in loro aiuto accorresse un giovane, aitante, principe dalla scintillante armatura in sella al suo fidato destriero, dal manto candido, che affronta innumerevoli pericoli, sconfigge draghi, uccide streghe, decide di sfidare la sorte, e cambiare qualcosa. Le classiche favole a lieto fine, dove una principessa necessita dell’aiuto di un principe.
Stavolta la Disney Pixar ha voluto osare, mettendo in scena la storia di una giovane principessa che vuole andare oltre le convenzioni a cui tutti si sottomettono, ed alle quali anche lei dovrebbe cedere, ma non è così.
 
Merida, la protagonista, abitante di un regno in Scozia, arciera infallibile e dalla chioma scarlatta ed indomabile, adora l’indipendenza, la sfida, e vorrebbe vivere forti emozioni, e non essere il premio di un torneo. Decide di sfidare quelle convenzioni, partecipando alla gara per vincere la sua mano.  
 
La madre, preoccupata che la scelta che sta adoprando la figlia potrebbe rivelarsi non adatta, cerca di farle cambiare idea spiegando che questo gesto avrà delle conseguenze, e così lo scontro generazionale ha inizio. Ma ciò non scoraggerà la principessa che lotterà contro una strega, contro orsi, ma alla fine trionferà, dimostrerà che una donna può affrontare pericoli, che non sempre un principe azzurro deve accorrere in aiuto, ma soprattutto, che le consuetudini possono essere cambiate.
 
Questa favola in chiave moderna, unica nel suo genere, (solitamente le principesse si sposano, regnano felicemente insieme al loro sposo), narra le gesta di un’eroina, che per regnare e vivere felicemente, non necessariamente deve sposarsi.
 
Sarebbe bello leggere una favola dove la principessa di turno sconfigge il drago, scala la torre più alta del castello/prigione e libera il principe, svegliandolo dal sonno perenne al quale era stato destinato. O magari salva il regno dal cattivo di turno, conducendo le proprie truppe in guerra. In molti riderebbero di fronte a questo capovolgimento di ruoli, ma perché non cambiare le favole, visto che nella vita vera i ruoli sono così diversi?
 
Il capo creativo della Disney, della Pixar animation e produttore esecutivo del film John Lasseter afferma che era già da un po’ che si voleva dar vita ad un personaggio femminile forte.  E la stessa regista Brenda Chapman,  qui nelle vesti anche di coautrice della sceneggiatura, si è ispirata all'esperienza con la figlia asserendo: "Era forte e appassionata, nonostante avesse solo quattro anni. E io mi chiedevo: come sarà da adolescente?  Ho iniziato a immaginare una favola in cui c'è una ragazza testarda, che sua madre a volte vorrebbe poter dominare".  Una mamma simile a tante altre madri favolisticamente parlando, che sognano per il bene della figlia un matrimonio e un regno, e non la libertà cui tanto aspira Merida.
Riuscirà però a trovare il coraggio, da qui il titolo The Brave, quel coraggio che la spingerà ad affrontare quei pericoli che solo un uomo affronterebbe, ma anche quel coraggio che le permetterà di essere quel che vorrà essere.
 
Dopo questo panegirico, davvero vogliamo essere salvate dall’eroe, di salire insieme al suo cavallo bianco e vivere per sempre felici e contenti?
Forse solo nei sogni...